Quale olio usare per dolci?

Il quesito che verrà affrontato in questo articolo è antico e passa attraverso culture ben distinte. Prima di tutto rispondiamo a un’altra domanda: ma nei dolci non si usa il burro al posto dell’olio?

Diciamo che prevalentemente è così. Questa abitudine è stata passata principalmente dalla cultura nordica che, al posto dell’olio, nelle loro pietanze, non solo i dolci, usa più il burro; questo sia perché ha un contenuto calorico più elevato e sia perché è più facile da produrre per via degli animali da pascolo.


Ma ormai viviamo in un’epoca industrializzata che ci permette di gustare in qualsiasi luogo i prodotti di un posto lontano e difficilmente raggiungibile; quindi abbiamo la stessa disponibilità sia da parte del burro che dall’olio.


Detto questo, vediamo quando usare l’olio al posto del burro e soprattutto quale tipo di olio usare, a seconda anche dei dolci.

L'Olio d'Oliva invece del burro fa la differenza














Quando usare l’olio al posto del burro.


La scelta in genere che si fa quando si parla di burro e olio è di tipo nutrizionale: infatti è risaputo che l’olio di origine vegetale viene spesso usato come regolatore del metabolismo, in particolare quello del colesterolo a cui bisogna prestare molta attenzione. Il burro invece, e un suo sostituto come la margarina, contribuisce a innalzarne i livelli nel sangue; per questo è da usare con parsimonia.


I dolci sono già cibi ricchi in zucchero e calorici, quindi non bisognerebbe rincarare la dose aggiungendoci del burro. Per questo, ci viene in aiuto l’olio!


Quale tipo di olio usare?


Gli oli vegetali come scritto in questo articolo sono molti:

  • Olio d’Oliva Extravergine (deriva dal frutto dell’olivo);

  • Olio di semi di girasole (si ricava per pressione o tramite solventi);

  • Olio di semi di arachidi (tende a irrancidire rapidamente);

  • Olio di semi di mais (ha una maggiore resistenza all’ossidazione);

  • Olio di semi di sesamo (ha una buona stabilità per via di un antiossidante).


Tra tutti questi olii, per fare i dolci si può scegliere l’olio extravergine d’oliva e di mais perché gli altri o sono poco stabili, come quello di arachidi, oppure hanno un sapore che altera quello del dolce.

Provate l'olio d'Oliva nei vostri dolci!

Per quanto riguarda l’Olio Extravergine d’Oliva, il suo utilizzo rende più morbido il dolce e leggero; inoltre, se è agrumato, questo tono metterà in risalto il sapore dell’olio.

Per iniziare a provarlo, consigliamo di usarlo in una proporzione pari a due terzi rispetto al peso di burro usato (ovvero se la ricetta prevede 150 grammi di burro, dividete questo numero per 3 ed il risultato moltiplicatelo per due; nel caso di 150 grammi di burro, si userà 100 grammi di olio extravergine d’oliva).


Più classico è l'abbinamento tra insalate e olio extravergine d'oliva, come ne parliamo nel nostro articolo!


E con questo è tutto! Avete già provato questo abbinamento? Come vi è sembrato?


Al prossimo articolo!

  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

©2019 Azienda Agricola Tenuta Manelli. Sede legale: via Ugo Foscolo 39, Francavilla Fontana (BR) 72021 P. IVA 02486410745