Come Scegliere l'Olio Extravergine d'Oliva

Aggiornato il: giu 3

Basta entrare in un qualsiasi supermercato per essere letteralmente sopraffatti dalla scelta di olio nel riparto insieme ad aceto e magari sale e altre salse. Ma quale olio devo comprare?

Se sono così tanti ci sono delle differenze, non solo per quanto riguarda il prezzo, che è comunque un riflesso della qualità del prodotto, ma anche nel tipo di sapore che ha l'olio; se più o meno piccante, se ha subito una procedura particolare o no.

Prima di tutto però ci teniamo a specificare che, se potete, scegliete un olio extravergine d'oliva perché andate sul sicuro su molti fattori come sapore, caratteristiche chimiche, processi utilizzati per produrlo attentamente controllati di cui parliamo nel nostro articolo.


Ma di olio extra vergine di oliva ci sono diversi tipi con sapori e acidità differenti. Quindi quale scegliere?

Quale Olio d'Oliva scegliere?

Come scegliere un olio extravergine d'oliva: le regole base.

1) Deve essere artigianale

Scegliere l'olio artigianale non solo significa sostenere le piccole e medie imprese radicate nel suolo italiano ma soprattutto scegliere la qualità migliore. Un prodotto artigianale per forza di cose sarà il risultato di processi che rispettano la tradizione. In questo modo si conferiranno caratteristiche che solo una lenta maturazione può dare e non un processo industriale.


2) La bottiglia deve essere scura

Una bottiglia scura protegge l'olio che contiene dai danni della luce che ossida le sostanze al suo interno; in questo modo l'olio perde sapore e i suoi benefici. Va bene anche tenerlo in latta o ceramica.


3) Il colore deve essere limpido

Il colore dell'olio extravergine d'oliva è tendenzialmente limpido e lucente ma talvolta lo possiamo trovare anche torbido, poiché non filtrato per renderlo più aromatico ed evitare di manipolarlo ulteriormente. Dobbiamo tuttavia fare attenzione a non confondere oli poco filtrati con quelli vetusti di color rame o marrone. Assolutamente da evitare.


4) Non guardate il prezzo

Come detto prima, il prezzo è solo un riflesso della qualità dell'olio ed è comunque difficile che non possiate permettervelo perché nel mercato sono presenti molte scelte e formati disponibili per avvicinare più gli acquirenti.


Dopo queste considerazioni la prossima da fare è: Cosa accompagna l'Olio? Carne, pesce, dei crostini o un ottimo risotto?

Ogni olio extravergine d'oliva ha un suo sapore che lo distingue da un altro e che lo può far diventare il protagonista del piatto oppure ottimo accompagnatore.


Una carne rossa in genere cerca olio molto robusto e piccante per bilanciare bene la quantità di grasso presente nel piatto; il pesce invece cerca qualcosa di meno protagonista ma utile comunque a creare una base su cui costruire un gran piatto. Per un risotto in genere si sceglie un olio non molto forte per dare spazio anche agli altri ingredienti e non coprire il sapore delicato del riso.

La scelta dell'Olio d'Oliva dipende dalle sue finalità

A voi la scelta! Seguite queste regole e non ve ne pentirete! E scriveteci come preferite assaggiare l'olio!

Intanto vi lasciamo con una classifica degli oli d'oliva presenti sul mercato. Dal migliore al peggiore.


Al prossimo articolo!

  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

©2019 Azienda Agricola Tenuta Manelli. Sede legale: via Ugo Foscolo 39, Francavilla Fontana (BR) 72021 P. IVA 02486410745